1.11.08

Changeling

                                        TRAMA
Los Angeles, marzo 1928. In una mattinata di sabato Christine Collins, una giovane donna che lavora in un centralino, lascia casa da solo il giudizioso figlio Walter che ha avuto da un uomo che li ha abbandonati. Al ritorno dal lavoro fa una terribile scoperta: il bambino non c'è più e di lui si è persa ogni traccia. Finché, 5 mesi dopo, la polizia locale che non gode di buona reputazione, sembra aver risolto il caso. Consegna infatti a Christine un bambino che dice di esser Walter e che un po' gli assomiglia. La madre è però certa che non si tratti di suo figlio ed è supportata in questo anche da altre persone che lo conoscevano bene, a partire dalla maestra. Le autorità di polizia, sostenute da un'opinione pubblica desiderosa di rassicuranti lieto fine, insistono nella loro versione fino a decidere di internare Christine attribuendole disturbi mentali che l'avrebbero spinta a non riconoscere nel sedicente Walter il proprio figlio. Christine però non si arrende e, sostenuta dal reverendo Guistav Briegleb, continua a lottare perché le ricerche di Walter continuino.La sinossi che avete appena letto sembrerebbe essere il frutto della creatività di un buon sceneggiatore di Hollywood invece si tratta della pura e semplice realtà. Una realtà che lo sceneggiatore J. Michael Straczynski ha riportato in luce grazie alla segnalazione di un amico che lo ha informato che numerose carte processuali di cause tenutesi negli anni Venti a Los Angeles stavano per andare al macero e che, tra queste, c'erano gli atti di un processo che avrebbe potuto interessargli. Così la vicenda della lavoratrice Christine Collins in lotta contro l'arroganza di una polizia corrotta ed incapace può inscriversi come nuovo ritratto nella lunga serie di figure alla ricerca di giustizia che il cinema americano ha portato sullo schermo. Il nobile cavaliere Clint Eastwood non poteva non interessarsi a una simile vicenda. Essa contiene numerosi elementi che costituiscono la base dell'etica eastwoodiana: l'individuo solo contro il Potere corrotto, l'infanzia segnata da traumi irreparabili, il rapporto tra il sistema sanitario e i pazienti/oggetto, la pena di morte.

TRAILER

 

 

PRODUZIONE
Per la stesura della sceneggiatura, Straczynski si è basato su Wineville Chicken Murders, storia molto associata a questo caso di malagiustizia, un altro caso di sparizione seguito dal Los Angeles Police Department, che però è finito con il ritrovamento del corpo esanime del giovane scomparso.
Changeling esplora il cosiddetto "amore materno", gli stati emotivi di una madre disperata alla ricerca del figlio, la corruzione vigente nella polizia e nella politica e l'impatto dato da un crimine sulla società.
È una produzione Imagine Entertainment, Malpaso Productions su coordinazione degli Universal Studios. La regia era inizialmente affidata a Ron Howard, ma gli Studios hanno poi optato per Eastwood, comunque non si è dissociato totalmente dal progetto, partecipando come produttore.
Il film è un'idea di J. Michael Straczynski, il quale ha più volte dichiarato che lo ha studiato da molti anni, ma di non aver mai trovato un supporto finanziario adeguato.

SCHEDA TECNICA

Titolo originale

Changeling

Paese

Stati Uniti d'America

Anno

2008

Durata

140'

Colore

colore

Audio

sonoro

Rapporto

2,35:1

Genere

thriller

Regia

Clint Eastwood

Sceneggiatura

J. Michael Straczynski

Produttore

Ron Howard

Distribuzione (Italia)

Universal Pictures

Fotografia

Tom Stern

Musiche

Clint Eastwood

Scenografia

James J. Murakami, Gary Fettis

CAST ARTISTICO

  •  Angelina Jolie   Christine Collins
  • John Malkovich   reverendo Gustav Briegleb
  • Jeffrey Donovan   Capitano J.J. Jones
  • Colm Feore  Capo della polizia James E. Davis
  • Jason Butler Harner   Gordon Northcott
  • Amy Ryan   Carol Dexter
  • Michael Kelly   Detective Lester Ybarra
  • Devon Gearhart   Jeffrey
  • Kelly Lynn Warren   Rachel Clark
  • Gattlin Griffith   Walter Collins

Doppiatrice italiana Angelina jolie Claudia Catani



LOCANDINE
   

clicca sull'immagine per ingrandirla

1 commento:

Steven ha detto...

Non vedo l'ora di andare stasera al cinema...Comunque credo sia un grande film!Baci.

Posta un commento